Presente Italiano nasce da una precisa necessità, dare spazio a tutto il cinema italiano, dalla finzione ai cortometraggi sperimentali, riportandolo nel suo luogo di elezione: la sala. 

Il Festival vuole dar voce alla piccola e media distribuzione italiana, prodotti spesso premiati ai festival ma troppo spesso relegati ai margini della distribuzione nazionale.

Nell’epoca in cui tutto dovrebbe essere disponibile, a portata di clic, il cinema italiano della media, piccola e piccolissima distribuzione resta stretto tra le maglie di un sistema iniquo, che permette a molti di produrre un film ma, paradossalmente, a pochissimi di vederlo distribuire in copie sufficienti. In questo senso Presente Italiano si presenta come un festival, quindi come un momento in cui tali opere possono avere visibilità o possono tornare sugli schermi in un contesto che ne favorisce la fruizione, poiché non si ferma alla sola visione ma predilige l’incontro con l’autore, il dibattito con i responsabili delle sezioni, l’approfondimento critico pre e post visione.

Il Festival ha una doppia anima: realizzando sia omaggi ai grandi del passato come Enrico Vanzina, Sergio Martino e Carlo Verdone, prediligendo il cinema di genere (commedia, giallo-thriller e horror su tutti), sia proponendo opere prime, opere di cinema sperimentale, cortometraggi di animazione, documentari di produzioni italiane contemporanee.

Presente Italiano è un festival cittadino, il primo vero festival di cinema a Pistoia, città natale del grande regista Mauro Bolognini, che punta a diventare non solo un appuntamento fisso pergli amanti del cinema a Pistoia, ma anche un’occasione di formazione e divulgazione per addetti del settore e studenti delle scuole di ogni grado.

Il soggetto che prende l’impegno di proporre e promuovere il Festival del Cinema Presente Italiano, elaborando un articolato progetto operativo, è PromoCinema – associazione culturale senza scopo di lucro, attiva da anni nel campo della promozione del cinema in Italia e all’estero.